Tag Archives | cassazione

Infortuni sul lavoro e obblighi del datore (sentenza Cass. sez. lav. 09/05/2013, n. 10968)

Le norme dettate in tema di prevenzione degli infortuni sul lavoro, tese ad impedire l’insorgenza di situazioni pericolose, sono dirette a tutelare il lavoratore non solo dagli incidenti derivanti dalla sua disattenzione, ma anche da quelli ascrivibili ad imperizia, negligenza
 ed imprudenza dello stesso; ne consegue che il datore di lavoro è sempre responsabile dell’infortunio occorso al lavoratore, sia quando ometta di adottare le idonee misure protettive, sia quando non accerti e vigili che di queste misure venga fatto effettivamente uso da parte del dipendente, non potendo attribuirsi alcun effetto esimente, per l’imprenditore che abbia provocato un infortunio sul lavoro per violazione delle relative prescrizioni, all’eventuale concorso di colpa del lavoratore, atteso che la condotta del dipendente può comportare l’esonero totale della responsabilità del datore di lavoro solo quando essa presenti i caratteri dell’abnormità, inopinabilità ed esorbitanza rispetto al procedimento lavorativo ed alle direttive ricevute, come pure dell’atipicità ed eccezionalità, così da porsi come causa esclusiva dell’evento.

Continua a leggere →

Leggi

Regolamento condominiale, obbligo di formazione (sentenza Cass. 2742/12)

“In tema di condominio negli edifici, l’art. 1138 c.c., il quale stabilisce che, quando il numero dei condòmini è superiore a dieci, deve essere formato un regolamento per disciplinare l’uso delle cose comuni e la ripartizione delle spese, pone tale obbligo”, ha detto la Cassazione nella sentenza 2742/12, “a carico dei singoli condòmini e non già a carico del venditore delle singole unità abitative, che sia anche costruttore dello stabile”.

Continua a leggere →

Leggi

Sentenza Cassazione 07/06/2013 n. 14468 Lavoro subordinato – Tutela delle condizioni di lavoro – Obbligo di prevenzione ex art. 2087 c.c.

Sicurezza sul lavoro e obblighi del datore Cass., sez. lav., 7 giugno 2013, n. 14468

Pres. Vidiri; ReL. Bandini; P.M. Sepe; Ric. N.C.; Res. O.P.B.G.

Lavoro subordinato – Tutela delle condizioni di lavoro – Obbligo di prevenzione ex art. 2087 c.c. – Oggetto – Misure non specificamente prescritte dalla legge ma imposte dalle condizioni di rischio – Inclusione – Fondamento Continua a leggere →

Leggi

SENTENZA CASSAZIONE PENALE 06/05/2013 SULLA RESPONSABILITÀ DEL COMMITTENTE E DEL COORDINATORE PER L’ESECUZIONE DEI LAVORI

Il coordinatore per l’esecuzione dei lavori non ha esclusivamente il compito di organizzare il lavoro tra le diverse imprese operanti nello stesso cantiere, bensì anche quello di vigilare sulla corretta osservanza da parte delle stesse delle prescrizioni del piano di sicurezza e sulla scrupolosa applicazione delle procedure di lavoro a garanzia dell’incolumità dei lavoratori, ed è, pertanto, titolare di un’autonoma posizione di garanzia che, nei limiti degli obblighi specificamente individuati dalla legge, si affianca a quelle degli altri soggetti destinatari delle norme antinfortunistiche, comprendendo, non solo l’istruzione dei lavoratori sui rischi connessi alle attività lavorative svolte e la necessità di adottare tutte le opportune misure di sicurezza, ma anche la loro effettiva predisposizione, nonchè il controllo continuo ed effettivo sulla concreta osservanza delle misure predisposte al fine di evitare che esse siano trascurate o disapplicate, nonchè, infine, il  controllo sul corretto utilizzo, in termini di sicurezza, degli strumenti di lavoro e sul processo stesso di lavorazione, sicchè , in particolare, è tenuto a verificare, attraverso un’attenta e costante opera di vigilanza, l’eventuale sussistenza di obiettive situazioni di pericolo nel cantiere, e tanto, in relazione a ciascuna fase dello sviluppo dei lavori in corso di esecuzione.

Continua a leggere →

Leggi

Niente incentivi senza sicurezza (Sentenza Cassazione 04/06/2013)

Non hanno diritto alle agevolazioni fiscali e agli incentivi all’occupazione le imprese che sono state sanzionate per il mancato rispetto delle norme sulla sicurezza sul lavoro. Non conta che tale sanzione sia di modesta entità, ad es. inferiore a 1.500 euro.
Lo ha stabilito la Suprema corte di cassazione che, con l’ordinanza numero 14071, depositata dalla sesta sezione tributaria il 4 giugno 2013, ha accolto il ricorso dell’amministrazione finanziaria.

Continua a leggere →

Leggi

Sentenza Cassazione su “Corsi di formazione inadeguati e infortunio del dipendente”

Il presente contributo mira a commentare la pronuncia Cass.  22  ottobre  2012  n. 41191 , secondo la quale il datore di lavoro che non fornisce un’adeguata formazione sul funzionamento dei macchinari aziendali risponde penalmente per le gravi lesioni subite dal lavoratore.

Scarica la sentenza: Sentenza Cassazione n.41191 22 ottobre 2012

Decisum 

Con la pronuncia in questione, la S.C. in particolare statuisce che nel campo della sicurezza del lavoro, gli obblighi di vigilanza che gravano sull’imprenditore risultano funzionali anche rispetto alla possibilità che il lavoratore si dimostri imprudente o negligente verso la propria incolumità. Continua a leggere →

Leggi