Tag Archives | cassazione

Formazione Inadeguata e Mancata valutazione attività – Cassazione Sezione IV Penale: sentenza n. 22837 del 28 Maggio 2015.

Un lavoratore-boscaiolo mentre stava operando nel cantiere forestale impegnato nel taglio di una pianta, veniva investito e travolto da una parte del tronco “che si era spaccato longitudinalmente”. Dei conseguenti danni l’interessato aveva chiesto giudizialmente il risarcimento.

Alla ditta di cui lo stesso era dipendente, era stato contestato di avere causato, per colpa generica e specifica, lesioni personali al proprio dipendente e ciò per “non aver adottato e non avere fatto adottare nell’esercizio delle attività lavorative le misure necessarie a tutelare l’integrità fisica degli operatori”.

Continua a leggere →

Leggi

Cassazione Civile, Sez. Lav., 18 giugno 2014, n. 13863 – Malattia professionale e onere della prova

La Corte d’appello di Napoli, con sentenza depositata il 17 maggio 2012, ha confermato la decisione di primo grado che aveva rigettato la

Continua a leggere →

Leggi

Nomina di Rspp privo di requisiti professionali – 21/05/2014 – Sentenza Cass. Pen. n. 20682

Commette reato il datore di lavoro che nomina un Rspp privo dei prescritti requisiti professionali.

Continua a leggere →

Leggi

Datore di lavoro e direttore stabilimento sono stati ritenuti responsabili per un infortunio dovuto a stanchezza per sovraccarico di lavoro (sentenza della Cassazione penale Sez IV – n. 11162 del 7 marzo 2014)

Secondo una recente sentenza della Cassazione penale (Sez IV – n. 11162 del 7 marzo 2014) per un infortunio dovuto a stanchezza per sovraccarico di lavoro sono stati ritenuti responsabili il datore di lavoro e il direttore dello Continua a leggere →

Leggi

Garantire la sicurezza nei momenti di riposo e di sospensione dei lavori: Cassazione Penale Sezione IV – Sentenza n. 42501 del 16 ottobre 2013

La Corte di Cassazione, sezione penale, con la sentenza n. 42501 depositata il 16 ottobre 2013 intervenendo in tema di reati in materia di sicurezza sul lavoro ha stabilito che il coordinatore per l’esecuzione delle opere ha il compito di vigilare sulla corretta osservanza delle prescrizioni del piano di sicurezza da parte dell’impresa.

Continua a leggere →

Leggi

Cassazione: il datore di lavoro è (quasi) sempre responsabile dell’infortunio del lavoratore [sentenza 27127 Cass. Civ. 4/12/2013]

Il datore di lavoro, in caso di violazione delle norme poste a tutela dell’integrità fisica del lavoratore, è interamente responsabile dell’infortunio che ne sia conseguito e non può invocare il concorso di colpa del danneggiato, avendo il dovere di proteggere l’incolumità di quest’ultimo nonostante la sua imprudenza o negligenza.

Il datore di lavoro è infatti interamente responsabile dell’infortunio non solo quando ometta di adottare idonee misure protettive, ma anche quando ometta di controllare e vigilare che di tali misure sia fatto effettivamente uso da parte del dipendente. Questo è quanto si legge nella sentenza della Corte di Cassazione civile del 4 dicembre 2013, n. 27127.

Continua a leggere →

Leggi

Corte di Cassazione Sezione IV Penale, Sentenza n. 38643/13 – Responsabilità RSPP per morte lavoratore

Morte per esplosione durante i lavori di molatura.

Corte di Cassazione Sezione IV Penale, Sentenza n. 38643/13 – Responsabilità RSPP per morte lavoratore

Continua a leggere →

Leggi

Rifiuto ad indossare i DPI da parte del lavoratore e licenziamento [sentenza Cassazione Civile Lav. 5/08/2013 n. 18615]

Con sentenza n. 18615 del 5 agosto 2013, la Cassazione Civile, sez. Lavoro, ha affermato che è legittimo vietare l’accesso sul luogo di lavoro al dipendente che rifiuti ripetutamente di indossare i DPI (Dispositivi Individuali Personali per la sicurezza).

Continua a leggere →

Leggi

Cassazione Penale Sez. IV – Sentenza 17 settembre 2013, n. 38129 – datore responsabile per lo stato di ebrezza del lavoratore

La Corte di Cassazione sez. penale con la sentenza n. 38129 depositata il 17 settembre 2013 intervenendo in tema di infortuni sul lavoro ha affermato che il datore di lavoro è passibile di condanna per omicidio colposo se, nell’affidare i compiti ai suoi lavoratori, non ha tenuto conto della loro “salute” oltre che della loro “sicurezza” e in conseguenza di queste sottovalutazioni succede l’irreparabile ad un dipendente.

Gli Ermellini hanno respinto il ricorso dell’imputato (datore di un’azienda agricola leccese) e reso definitiva una condanna per omicidio colposo nei confronti di un datore di lavoro, colpevole di non avere vigilato sulle condizioni nelle quali un lavoratore stagionale, poi deceduto, si era messo al lavoro.

Continua a leggere →

Leggi

Sentenza Cass. pen. n. 11063 del 08/03/13 sull’obbligo della verifica di idoneità di una attrezzatura di lavoro

Chi ha l’obbligo di verificare l’idoneità di una attrezzatura di lavoro?


Non sta al lavoratore verificare l’idoneità di una attrezzatura di lavoro messa a disposizione, ma spetta al datore di lavoro assicurarsi che risponda ai requisiti di sicurezza e non costituisca una fonte di pericolo. A cura di G. Porreca.
Cassazione Penale Sezione IV – Sentenza n. 11063 del 8 marzo 2013 (u. p. 17 gennaio 2013) -  Pres. Brusco – Est. Grasso – P.M. Fodaroni – Ric. Proc. Gen..

Continua a leggere →

Leggi