SISTRI SERVIZIO SOSPESO – nessun contributo da pagare entro il 30 NOVEMBRE 2012.

Il Ministero dell’Ambiente ha chiarito, con un comunicato pubblicato sul portale www.sistri.it,  che non vi è nessun contributo Sistri da pagare entro il 30 Novembre 2012. Il Ministero precisa che il pagamento per il finanziamento del sistema di tracciamento telematico della gestione dei rifiuti SISTRI è stato sospeso, insieme all’operatività dell’intero meccanismo informatico, dal D.L. 83/2012 convertito in Legge n. 134/2012.

Il comunicato del Ministero, dissolve, dunque, i i dubbi sulla permanenza del “debito” sorti con l’emanazione da parte dello stesso dicastero del D.M. 141/2012 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 agosto 2012 n. 196).

Infatti quest’ultimo reintroduceva l’obbligo del pagamento del contributo entro il 30 novembre 2012.

Tale obbligo, appare privo di legittimità poiché viene veicolato da un provvedimento – il citato decreto ministeriale – di rango gerarchicamente inferiore alla fonte legislativa che reca disposizione opposta (cioè il D.L. 83/2012).

La sospensione del pagamento del contributo SISTRI per il 2012, è stata disposta dal D.L. 83/2012 assieme al congelamento dell’intero sistema di tracciamento telematico dei rifiuti. Questo “stop” si protrarrà fino al termine iniziale di operatività stabilito dal Ministero dell’Ambiente fino al 30 giugno 2013.

Dunque, fino al nuovo termine di partenza del SISTRI, per espressa disposizione dell’art. 52 del D.L. 83/2012, il regime del tracciamento dei rifiuti continuerà ad essere quello classico (registro di carico e scarico e formulari di trasporto, previsti dal D.Lgs. 152/2006).