Regolamento condominiale, obbligo di formazione (sentenza Cass. 2742/12)

“In tema di condominio negli edifici, l’art. 1138 c.c., il quale stabilisce che, quando il numero dei condòmini è superiore a dieci, deve essere formato un regolamento per disciplinare l’uso delle cose comuni e la ripartizione delle spese, pone tale obbligo”, ha detto la Cassazione nella sentenza 2742/12, “a carico dei singoli condòmini e non già a carico del venditore delle singole unità abitative, che sia anche costruttore dello stabile”.

Nella specie, in applicazione dell’enunciato principio, la Suprema Corte ha cassato la sentenza di merito che, nell’escludere la sussistenza in capo alla società venditrice di un obbligo convenzionale di redigere il regolamento condominiale, aveva tuttavia ritenuto che detto obbligo fosse a essa direttamente imposto dall’art. 1138 c.c.

, , , , , , , , , , ,