Puglia, infortuni e certificazioni mediche: largo alle semplificazioni

Soppresso l’obbligo di vidimazione del registro degli infortuni e quello della certificazione medica di non contagiosità per gli alimentaristi.

Regione PugliaLa Regione Puglia ha approvato  la Legge Regionale 1 febbraio 2013 n. 2 contenente “Modifiche e integrazioni alla legge regionale 27 novembre 2009, n. 28 (Disposizioni per la semplificazione delle procedure relative alle autorizzazioni, certificazioni e idoneità sanitarie)” con la quale è stato stabilito che il registro degli infortuni previsto dalla T.U. sulla Sicurezza, da tenere secondo il modello e le modalità previste dal Decreto del Ministro per il lavoro e la previdenza sociale del 12 settembre 1958, non è soggetto a vidimazione da parte dell’organo di vigilanza territorialmente competente e che ai fini della tenuta del registro degli infortuni e della statistica degli infortuni di cui all’articolo 404 del D.P.R. 27/4/1955 n. 547, i datori di lavoro possono sostituire il registro cartaceo degli infortuni con le registrazioni effettuate su supporto informatico che contengano tutti i dati dell’infortunio previsti nel Decreto del Ministro per il lavoro e la previdenza sociale del 12/9/1958, purché tali dati siano immediatamente disponibili mediante stampa, a richiesta degli organi di vigilanza.

E’ inoltre, soppresso l’obbligo della certificazione medica di non contagiosità richiesto agli alimentaristi dopo l’assenza per malattia oltre i cinque giorni.

Clicca QUI per scaricare il testo ufficiale.

 

, , , , , , , , , , ,