Protocollo Operativo sugli interventi in materia di Sicurezza nei Luoghi di Lavoro dell’area industriale di TARANTO

In data 11.11.2013 presso la Prefettura di Taranto, è stato siglato da Ministero del Lavoro e delle Parti Sociali, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Puglia, Comune di Taranto, Provincia di Taranto, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Azienda Sanitaria Locale TA/1, Arpa puglia, Confindustria di Taranto, Inail, Direzione Territoriale del Lavoro, Segreterie Generali Provinciali di CGIL, CISL, UIL, il Commissario straordinario dell’ILVA SpA e ENI SpA, il Protocollo Operativo sugli interventi in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro dell’area industriale di Taranto;

Viene costituito un Gruppo Integrato di Valutazione e Intervento coordinato dallo SPESAL con compiti di orientamento, supporto, assistenza e monitoraggio nei confronti delle Aziende firmatarie.

Le Aziende firmatarie (ILVA e ENI) devono, secondo il Protocollo:

  • richiedere alle imprese appaltatrici e subappaltatrici, operanti all’interno dei rispettivi stabilimenti, l’attuazione di percorsi formativicondivisi dal Gruppo Integrato di Valutazione e Intervento, rivolti ai dipendenti, con l’elenco del personale che ha partecipato o parteciperà all’attività formativa stessa;
  • comunicare, trimestralmente, al Gruppo Integrato di Valutazione e Intervento, i programmi formativi svolti dalle imprese appaltatrici in favore dei propri dipendenti. I corsi di formazione e di informazione avranno particolare riferimento alle attività connesse alla presenza di cantieri edili e non, agli interventi di ambientalizzazione su aree SIN e spazi confinati, sui rischi di interferenza per presenza  di più imprese e su quant’altro fosse ritenuto necessario;
  • incrementare le attività di controllo e coordinamento delle imprese appaltatrici e subappaltatrici;
  • richiedere e verificare l’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi delle imprese appaltatrici e subappaltatrici d’intesa con il Gruppo Integrato di Valutazione e Intervento, implementino l’applicazione del Sistema di Gestione della Sicurezza per le attività in cui sono presenti lavoratori appartenenti alle imprese appaltatrici e subappaltatrici;
  • controllare le procedure relative alla qualificazione tecnico-professionale dei fornitori;
  • controllare la presenza dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) come previsto dall’art.47 del TUS;
  • controllare l’impegno da parte delle imprese appaltatrici a fornire, a corredo della documentazione tecnico/amministrativa, i dati relativi all’andamento antinfortunistico relativo agli ultimi tre anni, nonché la documentazione sulla formazione del personale dipendente;
  • aggiornare le misure di prevenzione e di protezione connesse ai mutamenti produttivi ed organizzativi che hanno rilevanza per la sicurezza dei lavoratori, svolgendo un costante controllo sui fattori di rischio ed assicurando una continua verifica sul rispetto delle norme che presiedono alla sicurezza negli ambienti di lavoro, ivi comprese le attività svolte dalle imprese appaltatrici, mediante i Responsabili dei Servizi di Protezione e di Prevenzione e i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) aziendali, secondo quanto previsto nello specifico Sistema di Gestione della Sicurezza aziendale;
  • concordare con il Gruppo Integrato di Valutazione e Intervento un programma operativo di ispezioni e verifiche sulle imprese appaltatrici e subappaltatrici necessario per esprimere, per ogni impresa considerata, una valutazione delle prestazioni sia in termini di qualità tecnica sia in materia di sicurezza;
  • trasmettere al Gruppo Integrato di Valutazione e Intervento il Piano programmato trimestrale  delle verifiche ispettive “sul campo” nei confronti delle ditte appaltatrici e subappaltatrici e i relativi audit per la verifica delle non conformità riscontrate.

Il gruppo MEDICAL SERVICE, attraverso il proprio Poliambultario con annesso laboratorio di analisi autorizzato ASL, la propria società di Ingegneria e  il proprio ente di formazione PROMO.SI.MAR. accreditato alla Regione PUGLIA ,offre la propria disponibilità a supportare le imprese appaltatrici e subappaltrici operanti all’interno dell’ILVA o dell’ENI, per le seguenti attività:

  • Programmazione e attuazione di percorsi formativi mirati e specifici richiesti dal Protocollo (anche mediante l’utilizzo di fondi interprofessionali);
  • Preparazione e implementazione di Sistemi di Gestione Sicurezza;
  • Redazione e aggiornamento di Documenti di Valutazione dei Rischi;
  • Audit di preverifica sui luoghi di lavoro.

Contattaci per ricevere il nostro supporto o richiedere maggiori informazioni.

Contattaci