NUOVO ACCORDO STATO-REGIONI PER RSPP (128/CSR del 07/07/2016) in vigore dal 03/09/2016

L’accordo è stato pubblicato il 7/7/2016 ed entra in vigore 15 gg. dopo la pubblicazione in GU avvenuta il 19/08/2016 cioè il 03/09/2016.

Il 7/7/2016 in sede di Conferenza Stato-Regioni è stato approvato l’Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano “finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell’articolo 32 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni”.

E’  stato finalmente reso disponibile, sul sito della Conferenza Stato Regioni, il testo approvato finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell’articolo 32 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni”.

Il nuovo accordo entrerà in vigore 15 giorni dopo la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (la pubblicazione è avvenuta il 19/08/2016 in GU serie generale n. 193 download qui).

PERCORSO FORMATIVO

In merito all’articolazione degli argomenti formativi dei Moduli A, B e C, sono state introdotte sostanziali modifiche rispetto a quanto indicato nei precedenti Accordi.

Cambia completamente il Modulo B. I Moduli A e B sono per RSPP e ASPP mentre il Modulo C è solo per la funzione di RSPP.

Modulo A:

  • viene abolito l’Allegato A1 relativo ai contenuti minimi del corso che, oltre ad una migliore e puntuale definizione degli obiettivi formativi, modifica i contenuti stessi del Modulo escludendone, rispetto al precedente, alcuni rischi specifici che verranno trattati nel Modulo B.
  • la durata complessiva rimane di 28 ore a cui vanno aggiunte le ore per le verifiche di apprendimento finale,
  • la fruizione del Modulo A è consentita anche in modalità e-Learning

Modulo B:

  • sono aboliti i prospetti 1 e 2 e l’Allegato A2 dell’Accordo del 26 gennaio 2006,
  • è previsto un Modulo B comune a tutti i settori produttivi della durata di 48 ore e, di fatto, vengono aboliti i moduli declinati B1, B2, B3, B4, B5, B6, B7, B8 e B9,
  • il modulo B è propedeutico ai moduli di specializzazione,
  • i moduli B di specializzazione sono:
    • Modulo B-SP1: agricoltura – pesca della durata di 12 ore,
    • Moduli B-SP 2: cave – costruzioni della durata di 16 ore,
    • Modulo B-SP3: sanità – assistenza sociale residenziale della durata di 12 ore,
    • Modulo B-SP4: chimico – petrolchimico delle durata di 16 ore
  • le ore per le verifiche di apprendimento finale sono da aggiungere ai singoli corsi.

Modulo C:

  • Viene abolito l’Allegato A3 relativo ai contenuti minimi del corso che, oltre ad una migliore e puntuale definizione degli obiettivi formativi, modifica i contenuti stessi Modulo introducendo una unità didattica relativa al “Benessere organizzativo compresi i fattori di natura ergonomica e da stress lavoro correlato”.
  • La durata complessiva rimane di 24 ore
  • La verifica dell’apprendimento è obbligatoria

Riassumiamo la nuova struttura modulare in relazione alla rivisitazione del PERCORSO FORMATIVO DI ASPP E RSPP.

MODULO A
28 ore
Possibilità E-learning
Adeguamenti contenuti al nuovo contesto normativo
Articolazione in unità didattiche
MODULO B
Ridefinizione  in unità didattiche
Trattazione dei fattori di rischio stress lavoro correlato ed ergonomia
Modulo B – modulo base comune da 48 ore, comprende i macrosettori B4, B5, B6, B8, B9
4 specializzazioni:
SP1 – agricoltura e pesca – 12 ore
SP2 – cave e costruzioni – 16 ore
SP3 – sanità residenziale – 12 ore
SP4 – chimico e petrolchimico – 16 ore
MODULO C
24 ore
Articolazione in unità didattiche

RICONOSCIMENTO DELLA FORMAZIONE PREGRESSA

Il nuovo Accordo indica che sono “fatti salvi i percorsi formativi effettuati in vigenza dell’accordo Stato-Regioni del 26 gennaio 2006, pertanto gli RSPP e ASPP che non cambiano settore produttivo e continuano ad operare esclusivamente all’interno di esso non dovranno integrare il proprio percorso formativo per adeguarsi alle previsioni del presente accordo”.

Il nuovo Accordo prevede che, in fase di prima applicazione e per un periodo non superiore a 5 anni dall’entrata in vigore, la frequenza del Modulo B comune o di uno o più Moduli B di specializzazione, può essere riconosciuta ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di aggiornamento, degli RSPP e ASPP formati ai sensi dell’accordo Stato-Regioni del 26 gennaio 2006.

Tabella di corrispondenza ai fini del riconoscimento dei crediti formativi, ovvero delle ulteriori ore integrative previste esclusivamente in caso di passaggio ad altro settore produttivo:

CORSO FREQUENTATO                     MODULO B comune             MODULO B specialistico
Modulo B1 – 36 ore                                             TOTALE                                  Credito totale per SP1
Modulo B2 – 36 ore                                             TOTALE                                  Credito totale per SP1
Modulo B3 – 60 ore                                            TOTALE                                  Credito totale per SP2
Modulo B4 – 48 ore                                             TOTALE                                                  —
Modulo B5 – 68 ore                                             TOTALE                                  Credito totale per SP4
Modulo B6 – 24 ore                                                  —                                                        —
Modulo B7 – 60 ore                                             TOTALE                                  Credito totale per SP3
Modulo B8 – 24 ore                                                    —                                                       —
Modulo B9 – 12 ore                                                    —                                                        —

AGGIORNAMENTO

Il nuovo accordo del 7 luglio 2016 segnala che “l’obbligo dell’aggiornamento per RSPP e ASPP si inquadra nella dimensione della formazione continua nell’arco della vita lavorativa.

In relazione ai compiti di RSPP e ASPP, l’aggiornamento non deve essere di carattere generale o mera riproduzione di argomenti e contenuti già proposti nei corsi base ma deve trattare evoluzioni, innovazioni, applicazioni pratiche e approfondimenti collegate al contesto produttivo e ai rischi specifici del settore”.

Riportiamo modifiche più rilevanti in tema di aggiornamento di RSPP e ASPP:

– ASPP20 ore nel quinquennio

– RSPP40 ore nel quinquennio

– Possibilità di riconoscimento reciproco degli  aggiornamenti tra Rspp e formatore e tra Rspp e CSP/CSE

– Modalità e-learning secondo i nuovi criteri previsti nell’allegato II è consentita per tutto il monte ore

– Prevista la partecipazione a convegni e seminari (senza limite di partecipanti) per massimo 50% del monte ore

 

testo download completo qui

Accordo Sato Regioni 7 luglio 2016

, , , , , , ,