Niente incentivi senza sicurezza (Sentenza Cassazione 04/06/2013)

Non hanno diritto alle agevolazioni fiscali e agli incentivi all’occupazione le imprese che sono state sanzionate per il mancato rispetto delle norme sulla sicurezza sul lavoro. Non conta che tale sanzione sia di modesta entità, ad es. inferiore a 1.500 euro.
Lo ha stabilito la Suprema corte di cassazione che, con l’ordinanza numero 14071, depositata dalla sesta sezione tributaria il 4 giugno 2013, ha accolto il ricorso dell’amministrazione finanziaria.

Avallando la tesi del fisco, i Supremi giudici hanno chiarito che è legittima la revoca del credito di imposta quando vengano irrogate sanzioni per violazioni alla normativa sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori, in relazione alle quali l’art. 4 , comma 7, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, non presuppone il superamento della soglia legalmente prevista, ma prevede la revoca delle agevolazioni «sic et simpliciter», indipendentemente dall’entità della sanzione e finanche se trattasi di accertate violazioni forma- li, in conformità all’esigenza di coniugare la politica incentivante verso le imprese che assumono nuovi dipendenti con la necessità di garantire un livello non minore di tutela per l’incolumità psicofisica sul luogo di lavoro.

La sesta sezione civile ha quindi scritto la parola fine alla vicenda accogliendo nel merito il gravame presentato dall’amministrazione finanziaria contro la decisione della commissione tributaria regionale della Campania.
Hanno fatto male, dunque, i giudici di merito a riconoscere l’agevolazione fiscale per i neo assunti in favore di una piccola impresa di Napoli che non aveva rispettato le norme sulla sicurezza. Per gli Ermellini è del tutto irrilevante che le mancanze non fossero poi così gravi, tanto che la sanzione era al di sotto di 1.500 euro. Ora è stato definitivamente respinto il ricorso dell’agenzia di viaggio che aveva impugnato la cartella esattoriale con la quale il fisco aveva disconosciuto il credito di imposta per l’assunzione di nuovi operatori turistici.

, , , , , , , , , , , ,